Arancia

Dal sanscrito naranj si è passati all’arabo naranjah, avvicinandosi notevolmente – dal punto di vista fonetico – al modo in cui nel nostro paese chiamiamo questo frutto succoso. Dal nord dell’Africa la parola ha raggiunto la Spagna diventando naranja. Successivamente è approdata in Inghilterra, dove la J, poco comune, è stata subito sostituita creando narange. Ai palati fini inglesi non suonava bene, per questo subì una sistematina (una metanalysis) che la portò a perdere la N iniziale diventando arange. Da noi la parola subì due processi simili, che portarono all’ultimo passaggio da narancia ad arancia (qualcuno usa arancio). In Inghilterra la prima A diventò O e tutto si assestò su orange. Di Arantxa (Sanchez) invece non so nulla.

i “fatti” sono stati riportati in modo danbrownesco

This entry was posted in Null. Bookmark the permalink.

Leave a Reply