Singhiozzi a singhiozzo sulla ADSL (la nuova Odissea di Libero)

“C’è più di una saggezza, e tutte sono necessarie al mondo; non è male alternarle.”

— Marguerite Yourcenar, Mémoire d’Hadrien

22 – 23 – 24 – 25 – 26 – 27 – 28 novembre…

Giorni durissimi per gli utenti Wind-LiberoInfostrada di Genova (e Savona).

Stamattina (23/11) ho impiegato 8 minuti per scaricare 500kB di posta, con una ADSL 🙁

Quando finirà questo supplizio telematico? Perché tutto questo?

… Alcuni possibili motivi:

  • motivo generico: Si sono bagnati i router (e noi ci asciughiamo).
  • motivo generico 2: Hanno venduto il rame dei doppini per pagare Fiorello e Mike.
  • motivo tecno-dietrologico: Hanno scelto la Liguria per effettuare test sui nuovi sistemi di filtering a livello 7, ma malauguratamente di default bloccano tutto (pop3 incluso) e la procedura di configurazione — non documentata — è un inferno di sangue e lamenti.
  • motivo fine-anni-90 (o tipping point): Hanno troppi utenti (e noi ci ri-asciughiamo).
  • motivo vero(simile): Hanno seri problemi con i loro tecnici in outsuorcing.

Di sicuro, se la cosa continua, avranno serissimi problemi con i loro clienti inbufaliti.

E’ teschio (anzi teschissimo). Qui va tutto in timeout!

da questa riga in poi il post diventa serio (si inserisce)

aggiornamento 1: Sembra che si tratti di un guasto; quindi niente EMP alieni (… terzo giorno).

aggiornamento 2: Terzo giorno. Stanco di questa situazione ho provato (volitivamente) a chiamare l’assitenza tecnica (sulla carta “disponibile dalle 8 alle 24, 7 gg su 7”). La procedura, ripetuta più volte per ora ha portato sempre allo stesso risultato:

Ci scusiamo di non poterla mettere in contatto con un nostro consulente.

Richiami più tardi!

Praticamente sono senza connessione e non posso farci niente. Resta solo un filo di speranza legato al loro impegno espresso nella Carta dei servizi Wind:

  • Wind si impegna ad offrire i propri servizi in modo regolare, continuativo e senza interruzioni.

  • Nei casi di interruzione o di irregolare funzionamento dei medesimi, Wind adotta i provvedimenti necessari per ridurre la durata delle irregolarità e per arrecare ai Clienti il minor disagio possibile.

Anche se, riguardo a questo punto, si sono parati il culo (perdonate il termine tecnico) evitando di interrompere il servizio, ma lasciandoci asciugare (come dicevo prima) a 56kbps circa… Se questa non è una ADSL, di certo è barba caprina 😉

aggiornamento 3: Alla fine delle fini di sicuro sarò curioso di sentire il parere di quelli del ramo qualità della Det Norske Veritas su questa incredibile vicenda (soprattutto per ciò che concerne l’assistenza clienti). Questi sono esempi lampanti di come le certificazioni di qualità (e i consulenti aziendali) abbiano solo una valenza astratta (e burocratica).

Chissà quanta gente in questi giorni è in questa inconcepibile situazione?!

aggiornamento 4: Di male in peggio. Oggi non riesco a scaricare la posta, l’antivirus non si aggiorna — ma c’è la portante, e si viaggia a circa 10kbit al secondo: come con un vecchio modem 14.4.

L’assitenza tecnica continua a non rispondere

aggiornamento 5: L’idea (fictional ma realistica) che mi sono fatto della situazione è la seguente — hanno un problema tecnico di grave entità sulla rete (simile a quello capitato ad altri provider a ottobre, ma lì almeno c’era un motivo serio!). A seguito dell’impossibilità di ripararlo al volo hanno deciso di abbattere la banda a un certo numero di utenti, ma nel farlo hanno usato un sistema che produce effetti disastrosi. Non solo con l’equivalente di un 56kbps è in pratica impossibile utilizzare qualsiasi applicazione presente in Rete (es. lo streaming audio di Last.fm), ma il sistema con cui stanno facendo lo shaping* (qualcuno sarcasticamente potrebbe parlare di QoS [Quality of Service], ma — uscendo dal sarcasmo — questa policy non dovrebbe applicarsi ai clienti ULL) per qualche perversa ragione ha fatto diventare la connessione inutilizzabile per il download di file di media grandezza. Questo rende difficile scaricare gli aggiornamenti degli antivirus (cosa gravissima a mio parere), gli aggiornamenti dei sistemi operativi, i driver delle periferiche (in questo momento, per farvi un esempio, sto provando a scaricare il nuovo driver della mia scheda video con l’affidabile wget, ma il download si è piantato a 500kB), ecc ecc.

aggiornamento 6: I problemi persistono. E’ curioso, sto cominciando a pensare che la comunicazione presente nella sezione “Assistenza > Avvisi” del sito di Libero:

[…] a causa di un guasto sulla rete ADSL successivamente riparato […]

contenga una buona dose di ironia.

L’assenza della possibilità di comunicare con l’assistenza tecnica e di notizie ufficiali da parte dell’azienda (anche su questo sarei curioso di ascoltare il parere di DNV) porta il desiderio di romanzare e un bel po’ di acidità di stomaco.

aggiornamento 7: Nuova segnalazione tra gli Avvisi, praticamente identica a quella del 24/11:

S’informa che dalle 18:11 di lunedì 27 novembre a Genova e provincia, alcuni clienti con linee ADSL attestate sia sulla rete di Accesso di Infostrada (ULL) che di Telecom Italia (Wholesale) potrebbero riscontrare difficoltà di navigazione o impossibilità di connessione. Questo a causa di un guasto sulla rete ADSL su cui sono in corso interventi di riparazione. […]

aggiornamento 8: Sembra che la riparazione di ieri sera non abbia sortito alcun effetto.

L’Assistenza Tecnica telefonica (800…) continua a dimostrarsi inesistente, tanto che mi viene il dubbio (sarei felice di confutare questa ipotesi) che questo possa essere un escamotage per spingere la gente a utilizzare il servizio di assistenza telefonica a pagamento (89x… Non fatelo!) con cui si può arrivare fino a 15 euro a botta.

Per fortuna (e per spezzare una lancia a favore di Libero) esistono anche altre strade per comunicare con i loro tecnici. Da oggi comincerò a scrivere sistematicamente.

aggiornamento 9: Sembra che il problema sia stato risolto…

ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2006, pomeriggio — L’Odissea di Libero… Finisce qui!

… Sarà vero?

This entry was posted in Null. Bookmark the permalink.

Leave a Reply