Un assaggio della filosofia di Unix

Regola della Modularità

Scrivi parti semplici collegate da interfacce pulite.

Regola della Chiarezza

La chiarezza è meglio dell’ingegno.

Regola della Semplicità

Progetta enfatizzando la semplicità; aggiungi complessità solo se sei obbligata/o.

Regola della Parsimonia

Scrivi programmi grossi solo quando si è dimostrato che non si può fare nient’altro.

Regola della Trasparenza

Progetta pensando a mantenere la visibilità per semplificare l’inspection e il debugging.

Regola della Robustezza

La robustezza è figlia della trasparenza e della semplicità.

Regola della Rappresentazione

Raccogli le informazioni nei dati, così la logica dei programmi potrà essere stupida e robusta.

Regola della Composizione

Progetta i programmi affinché possano connettersi con altri programmi.

Regola della Separazione

Separa le policy dai meccanismi; separa le interfacce dagli enigne.

Regola della Minima Sorpresa

Nella progettazione di interfacce, punta a fare cose poco sorprendenti.

Regola del Silenzio

Quando un programma non ha nulla di importante da dire, non deve dire nulla.

Regola dell’Economia

Il tempo dei programmatori è costoso; preservalo sostituendolo con il tempo delle macchine.

Regola della Generazione

Evita l’hacking a mano; prova a sostituirlo con programmi che scrivono programmi.

Regola dell’Ottimizzazione

Crea prototipi prima di affinare i risultati. Fai funzionare le cose prima di ottimizzarle.

Regola della Diversità

Non fidarti delle affermazioni che indicano un’unica “vera” via per fare le cose.

Regola dell’Estendibilità

Progetta per il futuro, perché sarà qui più presto di quanto pensi.

da The Art of Unix Programming* via Software Quality

This entry was posted in Null. Bookmark the permalink.

Leave a Reply